Attività CNR Sicilia

download report

Transcript Attività CNR Sicilia

Università degli Studi di Palermo Consiglio Nazionale delle Ricerche

Smart Health 2.0

Contributo dell’Università degli Studi di Palermo e del CNR Sicilia

Obiettivi di Progetto

Il progetto Smart Health 2.0 si prefigge una pluralità di obiettivi di seguito indicati

Attività UniPA

Nell’ambito del progetto complessivo, il contributo dell’Università degli Studi di Palermo (UniPA) è focalizzato su alcuni ambiti specifici: – Progettazione, implementazione, gestione e sviluppo dell’infrastruttura HPC e Cloud di supporto al progetto – Progettazione, implementazione, gestione e sviluppo del Datawarehouse di supporto al progetto – Supporto allo sviluppo e implementazione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) di Seconda Generazione per la Regione Sicilia – Supporto allo sviluppo dei servizi di governance del sistema sanitario ed empowerment del cittadino – Sperimentazione presso le strutture ospedaliere della Regione Siciliana

Schema attività UniPA

Dettaglio schema attività UniPA

FSE 2.0

GESTIONE DOCUMENTALE GOVERNANCE DEI PROCESSI SANITARI EMPOWERMENT DEL CITTADINO SUPPORTO ALLO SVILUPPO SERVIZI DA PARTE DI ALTRI PARTNERS SPERIMENTAZIONE SANITA’ REGIONE SICILIANA INFRASTRUTTURA COMPUTAZIONALE

CLOUD

DATAWAREHOUSE SISTEMA HPC ACCESSO E UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA DA SOGGETTI PUBBLICI / PRIVATI IN MODALITA’ IAAS E PAAS

• • • •

Attività a valore aggiunto

Utilizzo di un approccio evoluto rispetto alla Service Oriented Architecture, con elaborazione distribuita e riduzione delle interdipendenze tra i componenti Abilitazione del paradigma Infrastructure-as-a-Service per mettere a disposizione di tutti i partner una infrastruttura potente e sempre disponibile Abilitazione del paradigma Platform-as-a-Service per agevolare lo sviluppo di applicazioni in ambiente cloud in maniera totalmente trasparente dall’architettura hardware sottostante Supporto allo sviluppo di soluzioni di tipo Software-as a-Servizi da parte degli altri partners

Schema della piattaforma

Schematicamente, il contributo di UniPA riguarda tre Macro Ambiti: - l’infrastruttura computazionale - lo sviluppo dei servizi basati sull’infrastruttura - l’implementazione delle policy e dei meccanismi di accesso all’infrastruttura SERVIZI ACCESSO DIRETTO ALLA PIATTAFORMA INFRASTRUTTURA COMPUTAZIONALE

Architettura infrastruttura computazionale

L’infrastruttura computazionale si articola nei seguenti elementi funzionali e logici:

• l’infrastruttura hardware di base che, a sua volta, consiste di una database machine e di un Cluster HPC • un Cloud Manager che gestisce la fruizione delle risorse da parte di tutti coloro che sono abilitati • un servizio di Identity Management e Access Control • API per la gestione dei servizi IaaS e PaaS

Architettura infrastruttura computazionale

SERVIZI DI IDENTITY MANAGEMENT & ACCESS CONTROL RESOURCE BROKER LOAD BALANCING API PER LA GESTIONE DI RISORSE IAAS E PER LO SVILUPPO DI APPLICAZIONI SU PAAS CLOUD MANAGER DISASTER RECOVERY BUSINESS CONTINUITY MANAGEMENT INTERFACE INFRASTRUTTURA HARDWARE DATABASE MACHINE CLUSTER HPC

Attività CNR Sicilia

Nell’ambito del progetto complessivo, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) è focalizzato sui seguenti ambiti specifici: • Ricognizione scenario eHealth siciliano • Progettazione e realizzazione infrastruttura ICT compatibile con il modello InFSE • Progettazione e implementazione del Fascicolo Sanitario elettronico di 2° generazione • Sviluppo di modelli organizzativi per l’erogazione di servizi di telemedicina • Sviluppo dei servizi di governance del sistema sanitario ed empowerment del cittadino • Sperimentazione presso le strutture ospedaliere della Regione Siciliana

Schema attività CNR Sicilia

Contributo CNR: Piattaforma abilitante

• • Sviluppo di servizi sull’infrastruttura computazionale Architettura federata di cloud pubblico/privato •

Il Cloud rappresenta una opportunità per la Sanità (e più in generale per la PA)

nei servizi di carattere sanitario, piattaforme Cloud-based rappresentano una soluzione ideale in termini di Investimenti in Innovazione ESEMPLIFICATIVO

Risparmio per la spesa pubblica

• scalabilità Spesa ICT Sanità su servizi specialistici Investimenti in Innovazione

Maggiore spazio ad investimenti su innovazione tecnologica su progetti condivisi tra ASL, Ospedali, ecc.

• • agilità riduzione e rimodulazione dei costi Spesa ICT Sanità su servizi di base Spesa ICT Sanità su servizi specialistici Spesa ICT Sanità su servizi di base

Cloud Lieve sinergia sui sistemi verticali per la Sanità Forte sinergia su servizi ed asset “commodity” Tradizionale

• Minori costi + Maggiore valore per il cittadino 7 • • criticità dei dati coinvolti (privacy) necessità di condividere in modo sicuro e semplice i dati fra i diversi attori in gioco • vantaggi di soluzioni Cloud • ottimizzazione della conservazione e la gestione del dato clinico (riduzione “total costofownership”) • capacità di gestire grandi moli di dati

Caratteristiche Piattaforma abilitante

Modello architetturale compatibile con le specifiche dell’architettura InFSE, al fine di garantire: • piena interoperabilità tra le piattaforme di FSE attualmente sviluppate o in corso di implementazione presso le Regioni e le Province Autonome italiane • compatibilità con la natura federata e decentralizzata del Servizio Sanitario Nazionale • utilizzo delle regole di cooperazione applicativa del Sistema Pubblico di Connettività • conformità alle indicazioni del Garante della Privacy in materia di protezione dei dati personali

Componenti piattaforma InFSE

Modello Architetturale InFSE

• • Il modello architetturale di InFSE prevede nodi di I livello (nodi regionali) e nodi di II livello (nodi locali) I nodi regionali contemplano la presenza di tutte le componenti infrastrutturali del FSE e sono in grado di garantire tutte le funzionalità necessarie al reperimento e alla gestione delle informazioni I nodi locali possono essere funzionalmente equivalenti ai nodi regionali (nodi locali completi) o prevedere solo alcune delle componenti infrastrutturali (nodi locali assistiti)

Federazione nazionale con nodi di primo livello Federazione Regionale con nodi di primo e secondo livello

• • • • • • •

Obiettivi della Sanità Siciliana

Rafforzare la governance della Regione, nella sua funzione di programmazione e controllo Migliorare e potenziare l’offerta di salute del territorio Ottimizzare la risposta all’emergenza sanitaria Migliorare le conoscenze sulla salute dei cittadini Far crescere le competenze degli operatori sanitari Potenziare la comunicazione istituzionale e di servizio Promuovere lo sviluppo della telemedicina Nell’ambito di tale processo di ammodernamento/sviluppo della sanità siciliana è possibile individuare una serie di iniziative/progetti (alcuni dei quali già conclusi, altri ancora in atto) che sfruttano le nuove tecnologie dell’ICT al fine di migliorare il Servizio Sanitario Regionale.

Caratteristiche principali di FSE 2.0

La finalità principale del progetto Smart Health 2.0 è la realizzazione di un Fascicolo Sanitario Elettronico di 2° generazione (FSE 2.0) FSE 2.0 rappresenta una piattaforma unica che integra i servizi e le informazioni che ruotano attorno all’ambito sanitario e all’assistito • • • • In particolare, FSE 2.0: punta ad un’efficiente organizzazione dei servizi, basata sull’uso appropriato delle tecnologie dell’ICT consente di migliorare la routine dell’erogazione dell’assistenza sanitaria al fine di garantire la continuità assistenziale integra servizi per il monitoraggio della spesa sanitaria con l’obiettivo del risparmio gestionale fornisce strumenti per la sorveglianza epidemiologica e ricerca a partire dalle informazioni che vengono man mano raccolte di routine nel corso dell’assistenza

Servizi da implementare

• • • • • Soluzione prototipale di FSE di Seconda Generazione fruibile anche da dispositivi mobili Strumenti di datamining e Business Intelligence a supporto della governance sanitaria Sperimentazione di nuove modalità di aggregazione dei dati sanitari per finalità epidemiologiche Strumenti di empowerment del cittadino Strumenti di virtualizzazione e migrazione su Cloud dei Sistemi Informativi Ospedalieri